Scultura di Maternità in Ceramica di Giuseppe Migneco Anni 60


Prezzo:
Prezzo in sconto:$673

Descrizione

Scultura in ceramica di Giuseppe Migneco, raffigurante la Maternità e realizzata negli anni '60

Ø cm 18 Ø cm 12 h cm 32

Giuseppe Migneco è nato a Messina nel 1903, e si trasferisce nel 1931 a Milano per intraprendere gli studi di medicina.  

Durante gli studi comincia il percorso nel mondo dell’arte guadagnandosi da vivere disegnando i bozzetti di un giornale e lavorando per l’editore Rizzoli.   

Inizia così a realizzare le sue prime opere, prevalentemente dai contenuti autobiografici, e nel 1934, grazie all’incontro con Aligi Sassu, Raffaele De Grada e Renato Birolli, dà il vero e proprio via alla carriera artistica.  

Tra i fondatori del movimento di “Corrente”, Giuseppe Migneco si delinea nel gruppo come uno dei principali promotori dell’apertura alla cultura moderna europea, per andare oltre i canoni pittori classici, in affiancamento ad artisti come Vedova, Valenti, Gauli, Guttuso, Cassinari, Morlotti.  

Dopo la guerra Migneco si avvicina sempre più al “realismo sociale”, ispirandosi ai pittori murari messicani, fino a diventare negli anni 50 uno dei maestri d’arte contemporanea italiana, con un’esposizione delle opere a livello internazionale, come New York, Amburgo e Zurigo.   

La sua pittura è caratterizzata da colori accesi e vivaci, i volti dei soggetti sono duri e coraggiosi ed esprimono in pieno la lotta esistenziale, nel costante e viscerale conflitto tra l’umanità e gli eventi che la colpiscono, nell’anelare la libertà e la memoria, oltre l’assurda solitudine dell’esistenza.  

Giuseppe Migneco muore a Milano nel 1997.  

Payment & Security

Apple Pay Google Pay Maestro Mastercard Shop Pay Union Pay Visa

Le tue informazioni di pagamento vengono elaborate in modo sicuro. Non memorizziamo i dettagli della carta di credito né abbiamo accesso alle informazioni della tua carta di credito.

You may also like

Recently viewed